Lamentatio

Vergato da addì 20 dicembre 2005

La qualità. C’è forse stato un tempo in cui questo concetto è più negletto che in questo giro di millennio?
Probabilmente sì, ma al momento mi sfugge. Si sa troppo bene far di conto, si misura, si calcola, si perimetra, si accumula, a volte si soppesa, raramente si valuta. Quasi mai si apprezza.
La qualità. Della vita, del lavoro, del tempo, degli amori, (no, dei cavalieri e dell’arme, no…).
Qualità senza umanità, che vale? Quantità mascherata, null’altro.
Mentre troppi continuano ad inseguire affannosamente scadenze, sparute minoranze coraggiose rifiutano l’ingranaggio e fanno ciò che devono, come sanno.
Finché possono.

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

Commenta, Orsu