Currimm’ ‘ncoppa a ‘na lametta

Vergato da addì 19 gennaio 2008

Un giorno di quasipioggia, un vorrei-ma-non-oso plumbeo quanto basta.

Si andava verso la stazione di Napoli Centrale, non ricordo perché.

L’ingresso, venendo da Corso Malta, ostruito dagli eterni lavori per trasformarla in Grande Stazione, si riduceva ad un corridoio stretto.

Per imboccarlo, sopravanzammo un grumo di suk (un tipo, degli stracci imbustati ai suoi piedi, urlava "nunn’è ‘a caritass", uno cercava di vendere qualcosa, altri scatarravano, bestemmiavano, fluivano; cartacce viscide e mota ovunque).

La lampadina si accese nel mentre percorrevamo il corridoio, fendendo la corrente umana in senso opposto: "però… manca la pioggia, e poi siamo in Blade Runner", esclamai.

Napoli non è quindi una città arretrata civilmente, culturalmente e politicamente.
Napoli è avanti, di cinquanta o sessanta (o forse solo dieci) anni, rispetto al resto d’Italia, del mondo.
Napoli è il futuro, adesso, dell’Occidente.

Non è una riflessione originale.
Però quando ti colpisce senza preavviso, ti fa male.

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

10 Commenti, Invero, a “Currimm’ ‘ncoppa a ‘na lametta”

  1. clcv ha detto:

    Blog notevole…complimenti!

  2. plmplm ha detto:

    ed io in quel frangente… C’ERO! eheheheheh

    🙂

    come sempre sodale!

  3. imnotweird ha detto:

    fa male perchè rosichi che nessuno se ne accorga

    o fa male perchè uno dei suk ti spara con una pistola laser?

    he he.

    ciao ppppork

  4. plmplm ha detto:

    c’è da dire che BladeRunner è del… 1982!!! ;-P

    e… I’ve seen things you people wouldn’t believe. Attack ships on fire off the shoulder of Orion. I watched c-beams glitter in the dark near the Tanhauser Gate. All those… moments will be lost… in time, like tears… in rain. Time to die. vale e COME vale…

    che credete che Orione è poi così lontano nello spazio?

    e perchè poi proprio ORIONE? 😉

    forse esser oggetto di attenzione di un laser poi MICA fa poi così tanto male!

    e poi l’oblio mica fa rosicare! 🙂

    ad ALCUNI sì… ad ALTRI assolutamente no!

    son altri i termini che indicano EMOZIONI e SENTIMENTI…

    ma bisogna esser stati ad Orione! ;-P

  5. ppork ha detto:

    grazie,clcv 🙂

    plmplm, tu c’eri, io dormivo, forse sonnambulavo…

    ciao, imnotweird; noto in te una certa mercuriale irrequietezza nel cambiare avatar, ultimamente – pure se non ai livelli del buon 1ToTo 🙂

    abbandonato il costume a puah del kiss-my-ass club for teenage suicide ninja virgins, sei passata ai recipienti (Herr Freud, qualcosa da dichiarare?), ed in particolare dal mixing glass di Manhattan al presente tazzone da zuppone pseudoedelico… mi domando: la casalinghitudine t’ha vinto?

    ma non divago per eludere la domanda, è che non resisto al passeggiare per le selve e i viottoli del pensiero smandrippato e giocare a nascondino tra le fresche frasche che la lingua ci offre; venendo alla tua facezia, fatico a sorriderne, poiché il male che mi ha fatto la consapevolezza improvvisa del no-future ancora dura. forse tra qualche giorno riprenderò in mano il tuo “rosica” e mi dirà qualcosa che non sono, ora, in grado di ascoltare…

    PS: suk è la grafia italianizzata (vedi DeMauroParavia.it) di suq (arabo per “mercato”); la locuzione “un grumo di suk” sta per “una piccola area delimitata incasinata come un mercato arabo”, e non indica le persone tra parentesi. ammetto comunque che il periodo fosse poco chiaro, ho per questo modificato l’elencazione parentetica.

    – ppork, o’ sindaco d’o’rione sanità

  6. 1ToTo ha detto:

    io irrequieto?

    ma dai?

    @_@

    forse un pochino….

    -.-

  7. aeriko ha detto:

    Mi risulta ostico capire come Napoli sia avanti di un tot di anni. Ci sono nato, vissuto, pasciuto e me ne sono dovuto andare per il più banale dei motivi, se così si può dire: assenza di lavoro. Ora se basta un budello, stretto, un suk o come si chiama e la reminiscenza di ho visto cose che voi umani non potete immaginare, per far si che Napoli sia avanti di un tot di anni, beh ditemelo che io non ho mai capito un emerito ***zo!

  8. ppork ha detto:

    ToTo, almeno per l’avatar non puoi darmi torto 😉

    aeriko, magnuccio greco del mio cuore :-P, le parole chiave del post sono Blade Runner, ed il futuro distopico in esso rappresentato; un domani cupo e senza etica attende l’umanità, ed a Napoli si vive una condizione che lo prefigura con parecchio anticipo…

    ma forse tu sei un inguaribile ottimista, e credi nelle magnifiche sorti e progressive del genere umano ;-> (questo nostro scambio mi fa venire in mente la classica battuta: “dieci anni fa eravamo sull’orlo del baratro; da allora abbiamo fatto parecchi passi avanti…”)

    – p.

  9. aeriko ha detto:

    Inguaribile ottimista mumble mumble non credo affatto di esserlo. Etica ? Tu vedi etica nell’umanità ? Prefiguri un’assenza di etica, cioè immagini l’assenza di una cosa che già non esiste. Mi sa che qui l’ottimista sei tu, senza offesa. Magna grecia naaaaaaaaaaaa, Grecia punto.

  10. […] avevo mestamente preconizzato qualche tempo fa (qui e qui), le città del mondo occidentale stanno finalmente mettendosi al passo con Napoli. A […]

Commenta, Orsu