ssah, ssah, prova, sssah-sah

Vergato da addì 22 ottobre 2007

particelle subumane moleste frammentate indigestione d’idiozia indigenza cerebrale pericoli a grappolo insofferenza tedio scoppi verbali pressione ottusità balbettio assurdo così va bene così via da qui furente

Ritorno alla nobiltà annoiata e compresa in sé.

In quiete, seguire la linea geodetica eterodiretta, costruire il sé georeferenziato.

[secrèto sotto l’effetto parziale di: (Don’to Go Back To) Rockvillelyricsvideoradio]

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

17 Commenti, Invero, a “ssah, ssah, prova, sssah-sah”

  1. plmplm ha detto:

    waw che mix d’autore che hai fatto:

    Franco Battiato (“Clamori”):

    Clamori nel mondo moribondo

    clamori nel mondo.

    Ciuffi d’isotopi in mano

    passeggio tra le particelle dei miei atomi

    Vasco Rossi (“Va bene, va bene così”)

    Non eri tu che dovevi partire

    e non tornare più

    non eri tu che in fondo

    è come salire

    basta non guardare giù

    va bene va bene va bene

    bugiarda quando ti conviene

    versati pure da bere

    è sempre lì dove sai tu

    Ti sei accorta che facciamo l’amore…sì

    ti sei accorta sì

    e non mi dire che non lo volevi

    e che non lo sapevi che finiva così

    va bene va bene va bene

    C.S.I. Consorzio Suonatori Indipendenti (“Inquieto) dall’album “In quiete“)

    Senza volontà senza sapere quando sarà una luna nuova

    una forte nevicata un temporale

    l’arresto che consegue il terremoto

    allora un lampo unisce gli occhi e il

    cuore con borbottio di tuono

    muovono le parole e torna il tempo

    ritorna l’energia torna la vita

    torna il mattino vuoto

    vuoto

    e donne strette dentro scialli neri

    vennero a reclamare scelte chiare

    stavano i vecchi accovacciate ai muri

    attenti i bimbi attenti i cani attenti

    mattino vuoto luminoso pieno s’avvia

    verso la sera il pomeriggio

    pomeriggio dolce la notte consola,

    consola il mondo che s’è infittito

    gremito di presenze rimpicciolito,

    gremito di presene il vuoto è

    pieno

    pieno

    s’incupa il suono s’avviluppa e si blocca

    s’avviluppa e si blocca ognuno si rincuccia dove può

    e donne strette dentro scialli neri

    vennero a reclamare scelte chiare

    stavano i vecchi accovacciate ai muri

    attenti i bimbi attenti i cani attenti

    Memorie e passi d’altri ch’io calpesto

    su stanchezze di secoli in alterna cadenza

    gioia che riannoda dolore che inchioda

    Terre battute dai venti infoiati dai monti

    sereno incanto splendente di sole e di bianco

    dense sfumate nuvole di piombo

    grigio verde d’intenso blu

    colpo d’occhio rotondo.

    C.S.I. Consorzio Suonatori Indipendenti (“Linea gotica”)

    la facoltà di non sentire la possibilità di non guardare

    il buon senso la logica i fatti le opinioni le raccomandazioni

    occorre essere attenti per essere padroni di se stessi occorre

    essere attenti

    la mia piccola patria dietro la Linea gotica

    sa scegliersi la parte la mia piccola patria

    occorre essere attenti per essere padroni di se stessi occorre

    essere attenti

    occorre essere attenti occorre essere attenti

    e scegliersi la parte dietro la Linea gotica

    che dire di più? se non inperpolare le tue parole e visioni con quelle qui sopra riportate?

    la nostra georeferenzazione sta in 2 città da cani!

    DOGVILLE e DOGTOWN!

    ed il detto cane non mangia cane NON è vero!

    MAI PIU’ A CUCCIA!!!

  2. aeriko ha detto:

    Articoli così mi mettono dinanzi alla mia incapacità di capire, di saper leggere oltre le righe.

    La logica impone però, che io mi fermi e cerchi di capire per superare l’evidente limite e dunque eccomi qui a leggere. In effetti leggere cose che si capiscono è di per se facile, il bello è ciò che non si capisce.

    Provo, co licenzia de Superiori, a capire ma mi perdo tra particelle che esplodono e cervelli indigenti, tra grappoli di insofferenza e balbettii assurdi, immaginando un Orlando furioso lanciato verso Selini, proseguo e bordeggiando l’immaginaria linea geodetica approdo al sicuro porto geo-referenziato. Ora resto più confuso di prima, ma alla fine credo che il post è oltre le mie forze.

    Sarà mica la mancanza di punteggiatura (non è una critica mi si scusi) a fregarmi ? 🙂

  3. plmplm ha detto:

    a volte la punteggiatura è una battuta d’arresto..

    e la “saggezza” popolare dice: chi si ferma è perduto!

    chi è già perso, dunque, non ha neppur bisogno più delle fermate logiche di una virgola o di un punto.

  4. aeriko ha detto:

    Dissento, la punteggiatura non è una battuta d’arresto è parte integrante della scrittura, serve e non è un optional.

    Sui luoghi comuni non rispondo per definizione li odio.

    Io non so se qualcuno qui si è perso, nè lo suppongo, le fermate logiche sono ben altre che un punto o una virgola…

  5. ppork ha detto:

    @tutti

    continuate, continuate… 🙂

    il testo è vostro, dei lettori…

    appropriatevene.

    nutritevi.

    suggéte.

    non avallerò nessuna interpretazione.

    P

    PS

    e strafogatevi di fotine, qualche volta…

  6. slicca ha detto:

    o_O

    Ma anche no…

    (Ho come l’impressione di essermi intromessa in una conversazione privata. Nel caso, mi scuso con i conversanti.)

  7. Bukaniere ha detto:

    Slicca, lei parla italiano??? Complimenti!!! ^^

    (Psssst… Fingiamo di capirli e facciamo ampi sensi di assenso – non di assenzio – con la testa, dandoci un’aria assorta… Faremo un figurone!)

  8. aeriko ha detto:

    Suggiamo ? Miii che si va sul difficile, sempre più complesso il discorso…Ci vorrebbe in supereroe per poter spiegare il tutto, che so un Ispanico, un Hellenico booooh.

  9. ppork ha detto:

    @tutti dal #7 al #9 (massì, anche la spaesata new entry)

    non aggiungo nulla alla vostra perfezione commentatoria.

    sono felice (^_____^)

  10. ppork ha detto:

    @tutti dal #7 al #9 (massì, anche la spaesata gnù èntri)

    siete commentariamente perfetti.

    sono felice (^_____^)

  11. slicca ha detto:

    Non ho ben capito se sono perfetta commentatoriamente o se sono dotata di perfezione commentatoria. (che sono due cose diverse, si sa)

    E non ho capito nemmeno se sono io la gnù entri.

    E poi, dulcis in fundo, non lo vogliamo considerare il fatto che non ho capito nemmeno il post?

    Porca zozza.

    (però non sono io la gnù, vero? -.-)

  12. ppork ha detto:

    per slicca #13

    no che non sei gnù…

    mi riferivo alla stranita Laurett al #7

    PS

    ma anche tu non riesci a postare? io posto ma non mi si vede sulla home page… splinder è veramente alla frutta… 🙁

  13. slicca ha detto:

    Vorrei esserti di aiuto, ma…

    io non ho postato. Nel mio caso non è splinder ad essere alla frutta, ma il mio cervello.

    ps: ringrazio perchè oggi sono stata slicca #17 altrove… lo slicca #13 è una ventata di freschezza.

  14. TataEmma ha detto:

    Io raccolgo con piacere la proposta suggerita dal Bukaniè al #9 (c’ho messo dieci minuti per capire che tasti usare per fare # ora concedetemi di ripeterlo, ogni tanto, giusto per non dimenticare i tasti -.-‘) e assunto.

    Assuntisco.

    Assento.

    Mi ritiro per riflettere, scusate… -.-‘

    #

    Tata

  15. aeriko ha detto:

    Ho la sensazione di impippamento galattico, io non c’ho capito na cippalippa ma non ammetterà mai ciò neanche sotto tortura.

Commenta, Orsu