Io Ramingo, Tutti A Ramengo

Vergato da addì 21 agosto 2009

“[…] Sono stanco di tutta questa commedia. Non voglio guadagnar denaro in questa cloaca. È inutile affannarsi. Non c’è nulla da difendere. Credo che non ci sia mai stato. Adesso tutti quanti hanno un morto in famiglia e chi non ce l’ha è solo come un cane. Questo paese è stato sommerso dalla merda già da molti anni, ma la gente diceva che l’odore che si sentiva era di margherite di campo. […]”

Osvaldo SorianoTriste, solitario y final (tr. di Glauco Felici)

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

Commenta, Orsu