Cane che corre

Vergato da addì 27 agosto 2008

"Tutta quell’incoerenza. Selezione, scelta opzione, alternativa. Si era lasciato ogni cosa alle spalle. Codici e formati. Linee di condotta. Valori, pregiudizi, preferenze.

La scelta è una sottile forma di malattia."

(Don DeLillo – "Running Dog", p. 204 – trad. di Silvia Pareschi)

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

4 Commenti, Invero, a “Cane che corre”

  1. annallocca ha detto:

    Un tuffo in acque profonde 🙂

  2. ppork ha detto:

    e anche “dove l’acqua è più blu”, cantava qualcuno… 😉

    [qui invece pare marrone, almeno quella che esce dai rubinetti…]

  3. annallocca ha detto:

    Aria di casa, allora… o sono leggende metropolitane? ;-P

  4. ppork ha detto:

    Tutta verità, altroché… però sono anni che oramai è limpida.

    Qua invece pare che le tubazioni diano parecchio sul ferroso/corroso… :-/

Commenta, Orsu