Ridateci i menestrelli

Vergato da addì 6 dicembre 2005

A me fa venire voglia di rubare.

Dico sul serio… quello spot pelosissimo delle multinazionali del divertimento, con cui ti danno la mazzata finale, al cinema, dopo averti ammorbato le gonadi con 20 minuti (e più) di pubblicità-trailer-invitiallavisionedechinonvesesfràcica, quello in cui una voce tra il paternalista, l’amichevole e il minaccioso ti dice: COMPRARE MATERIALE PIRATA EQUIVALE A RUBARE! [lo scrivo maiuscolo per riprodurre la esatta sensazione di fastidiosa invadenza dello spottùme].

Oh, io la prima cosa che mi viene in mente di fare è "ascì, tuccà ‘e femmene, i’ a rrubba’" (come consigliava Gaetano a Robertino in "Ricomincio da tre", di Troisi).

Poi, certo, magari, mando quelle 2-3 squadrigliuole di bestemmie iscariotanti all’indirizzo della "major" di turno, che le sto anche dando un bel po’ dei miei quattrini, fra prezzo del biglietto e cresta che sicuramente prende sui poppicorni e tuttilresto (e se il cinema è Medusa -capita anche quello, quando mi costringono- mi sparo anche la tirata anti-nanoide, che male non fa…), e insomma, non si fa: terrorizzare la gente con queste menate proprio quando invece di stravaccarsi tranquillamente sul divano di casa affronta il traffico belluino del megacomplesso commercial-industrial-consumogeno per godersi la magia della decima arte (pensando di remunerare con lo giusto guiderdone gli inventori della magia, ed invece ingrassando gli ingranaggi del divertimentificio globale).

No-no… care major, vi meritate i pirati, i bucanieri, la filibusta e tutta la tortuga digitale. E massimamente li meritate per la vostra ottusità: il progresso tecnico non si imbriglia, anche se vi farebbe comodo… vi rode, certo, che proprio ciò che vi ha concesso di appropriarvi di enormi sovraprofitti (la perfetta riproducibilità delle opere dell’ingegno), adesso sia alla base della erosione dei vostri profitti potenziali e futuri… già, perché il nocciolo della questione è che i cantastorie di una volta avevano da sfamare solo se stessi (ed occasionalmente la baldracca con cui sollazzavano la propria verga -alla faccia delle favole, e delle principesse dai capelli diafani… bimbi… è un mondo crudo!), mentre i CEO delle multinazionali di oggi devono fare rifornimento al jet privato, e prepararsi la buonuscita con paracadute dorati.

Ergo: non gli basta mai. Al solo pensiero che ci possa essere da qualche parte, nel mondo, un ragazzino che zufola, davanti a una manciata di coetanei, una canzonetta del più sfigato cantantucolo scopiazzatore (ma da loro posto sotto contratto-capestro), questi illustri individui sono morsi dalla tarantola: DEVE PAGARE!

A me, questo pensiero, fa venir voglia di rubare.

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

4 Commenti, Invero, a “Ridateci i menestrelli”

  1. utente anonimo ha detto:

    allora “Robertì” jamm’ ‘a arrobbà! 🙂

    s’anna frega’… e poi ‘amma ridere! grassamente alla loro styupidità di Major. noi piccole termituzze che rodiamo dal di fuori e dal di dentro il baobab…

    cadrà! rimarremo schiacciati dalle macerie… ma siamo PROLIFICI! 😉

    il tuo companero Plm-plm!

    hasta siempre Capitan Porkock!

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    Capitan Harlock!

    Un pirata tutto nero che per casa ha solo il ciel

    ha cambiato in astronave il suo velier [ urrà! ]

    il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà,

    vola all’arrembaggio però un cuore grande ha [ uau! ]

    Il suo teschio è una bandiera che vuol dire libertà,

    vola all’arrembaggio però un cuore grande ha [ urrà! ]

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    Fammi rubare Capitano un’avventura

    dove io son l’eroe che combatte accanto a te,

    fammi volare Capitan senza una meta

    tra i pianeti sconosciuti per rubare a chi ha di più

    Capitan Harlock!

    Come un lampo è il suo pugnale che lui lancia contro il mal,

    ma è un uomo generoso come il mar [ uau! ]

    nel suo occhio c’è l’azzurro, nel suo braccio acciaio c’è,

    nero è il suo mantello, mentre il cuore bianco è [ urrà! ]

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    Fammi rubare Capitano un’avventura

    dove io son l’eroe che combatte accanto a te,

    fammi volare Capitan senza una meta

    tra i pianeti sconosciuti per rubare a chi ha di più

    [ urrà! ]

    Nel suo occhio c’è l’azzurro, nel suo braccio acciaio c’è,

    nero è il suo mantello, mentre il cuore bianco è [ urrà! ]

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    [ TUM-TUM ] Capitan Harlock!

    Fammi rubare Capitano un’avventura

    dove io son l’eroe che combatte accanto a te,

    fammi volare Capitan senza una meta

    tra i pianeti sconosciuti per rubare a chi ha di più

  2. ppork ha detto:

    non avrei saputo commentarmi meglio… 😀

  3. sweikosha ha detto:

    m al’iva al 20 % non è come rubare?

  4. ppork ha detto:

    quello è un pizzo di stato… diverso, ma brucia uguale, concordo.
    ma mettiamoci dentro anche lo scandaloso balzello che ognuno di noi paga alla SIAE quando masterizza un CD di back-up dei PROPRI dati sul PROPRIO PC…!!! è un mondo adulterato, si imbroglia da professionisti… 😉

Commenta, Orsu