L’anticipo molesto

Vergato da addì 16 luglio 2003

non odiate anche voi quegli ansiosi e verbosi esseri (di qualunque sesso, etnia, religione, cultura) che hanno la insopportabile presunzione di voler anticipare di un millisecondo le vostre parole, interloquendo a spiovere, spezzandovi il filo del discorso con le loro conclusioni strampalate, costringendovi continuamente ad interrompervi per ricominciare da capo (non senza aver dovuto prima spiegare loro che “no, non intendevo dire questo, perché…”)?
no?
be’, io sì!

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

Commenta, Orsu