La più vera poesia d’amore di tutti i tempi

Vergato da addì 16 marzo 2005

IF thou must love me, let it be for naught
  Except for love’s sake only. Do not say,
  "I love her for her smile-her look-her way
Of speaking gently, – for a trick of thought
That falls in well with mine, and certes brought
  A sense of pleasant ease on such a day"-
  For these things in themselves, Belovèd, may
Be changed, or change for thee – and love, so wrought,
May be unwrought so. Neither love me for
  Thine own dear pity’s wiping my cheeks dry:
A creature might forget to weep, who bore
  Thy comfort long, and lose thy love thereby!
But love me for love’s sake, that evermore
  Thou mayst love on, through love’s eternity.

[Elizabeth Barrett Browning. 1806-1861]

TRADUZIONE INVERECONDA E QUASI LETTERALE

Se devi amarmi, che sia solo per
amore dell’amore, e null’altro. Non dire:
"La amo per il suo sorriso, il suo aspetto e per il modo
in cui sommessa parla, e per qualche guizzo di pensiero
che ben s’accorda col mio e che di certo
portò quel giorno un senso di piacevole serenità".
Cose come queste, o amore, possono essere mutate,
posson cambiare per te, e un amore così creato
potrebbe essere così distrutto. Neppure devi amarmi
per la cara pietà che provi asciugando le mie gote:
una donna che a lungo abbia goduto il tuo conforto,
può scordarsi di piangere, e così perdere il tuo amore.
Amami soltanto per amore dell’amore, così che tu possa
amarmi sempre attraverso l’eternità dell’amore.

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

2 Commenti, Invero, a “La più vera poesia d’amore di tutti i tempi”

  1. EL ha detto:

    Mo’piango…

    Sniff…:°(

  2. ppork ha detto:

    “Piccola… perché piangi? Perché sono un grande artista?”
    [Nanni Moretti, in Ecce Bombo”] :o)

Commenta, Orsu