Bifora

Vergato da addì 23 novembre 2008

Changeling
di Clint Eastwood, con Angelina Jolie, John Malkovich

Alcuni film, per quanto tecnicamente ben fatti, non ti prendono subito. Non amore a prima vista, niente orgasmo post-visione.
Dopo qualche tempo, però, tornano a farti visita, e li accogli con piacere fra i tuoi buoni ricordi.
Fido che ciò mi accadra con "Changeling".

Non delude nemmeno stavolta, il Clint regista. Personalmente mi ritrovo nelle sue scelte stilistiche, riconoscibili, consolidate (riguardo soprattutto al tipo di storie, ed alle sceneggiature).

Dietro il velo apparente del dramma di una madre, Eastwood ci parla del potere assoluto, assoluto corruttore. Senza scene strappalacrime, la tensione narrativa resta alta per tutta la non piccola durata del film, catturando lo spettatore in un coinvolgimento empatico che resta miracolosamente lontano dal furbesco arruffianamento.

Accurata la confezione, gustoso il contenuto, thriller ben raccontato, evitando di impregnare il pane della storia nella zuppa melensa della madre coraggio.

Voto: 7+
visto Venerdì 14 novembre ore 20.00 al ClevVillage di Chiusi – Sala 4 Giada

La classe – entre les murs
di Laurent Cantet

Sarò sboccato.
La prima reazione in itinere (dopo circa 15 minuti di claustrofobico botta e risposta tra insegnante ed allievi) è stata un "mazza cheppalle", in stile Disegni&Caviglia (cfr. "Lo salviamo noi, il cinema" – primi anni ’90).

Dopo di che, ho atteso per i restanti 90 e passa minuti che iniziasse il film.
Speranza frustrata, come si può facilmente immaginare. Cantet resta nel guado tra l’opera cinematografica verista e il documentario, finendo per annegare nel proprio brodo autoreferenziale.

Sceneggiatura cercasi disperatamente (montaggio fintamente autoriale che mima la amatorialità senza convincere nemmeno per un secondo), soggetto frammentato e significato ultimo dell’operazione ancora da chiarire (per lo stesso autore, temo).

Anche qualche impacciato tentativo di coloritura ironica si perde prima ancora di uscire dallo schermo.

Valutazione sommativa: 5 (debito formativo per i ragazzi, bocciatura secca per attori professionisti e regista).
visto Giovedì 20 novembre ore 21.30 al ClevVillage di Chiusi – Sala 2 Zaffiro

Qualcosa sull'Autore

"Quello che sono è affar mio"

Commenti

Commenta, Orsu